fbpx

Imparare le basi della fotografia – Apertura del diaframma

Condividi sui social!

Imparare le basi della fotografia – Apertura del diaframma 
In questo articolo vedremo quali sono le informazioni indispensabili per iniziare a usare la nostra macchina fotografica come dei veri professionisti spiegando in pillole cosa sia il Diaframma.

Il diaframma è uno dei tre componenti fondamentali che controlla la quantità di luce che entra nella nostra fotocamera e impressiona il sensore digitale, qualunque esso sia (fotocamera, smartphone, tablet..).

Velocità dell’otturatore e ISO sono gli altri fondamentali che verranno trattati nei seguenti articoli.

All’interno degli obiettivi c’è un meccanismo noto come diaframma che controlla l’apertura dell’obiettivo che lascerà passare la luce nella fotocamera.

Un’apertura più grande consentirà il passaggio di più luce e un’apertura più piccola lascerà passare meno luce.

Ora, se hai appena iniziato questo può creare un po’ di confusione perché numeri più piccoli equivalgono a più luce (F/1.4 – F/2).

In realtà è una scorciatoia per una frazione quindi se vedi F2.0 è in realtà 1 su 2.0 che è uguale a 0,5 o se vedi F 4.0 è in realtà 1 su 4 che è uguale a 0,25.

Quindi maggiore è il numero di apertura, minore sarà la luce che entrerà nell’obiettivo.

Potresti aver sentito parlare di uno stop diaframma o di un f-stop.

Ciò si riferisce semplicemente al fare entrare il doppio della quantità di luce (+1 stop) o metà della quantità di luce (-1 stop) che arriva nella fotocamera.

Ad esempio, passare da F/4.0 a F/2.8 raddoppia la quantità di luce (+1 stop) che entra nella fotocamera attraverso l’apertura.

Quindi il modo in cui l’apertura influisce sulla foto utilizzando un’apertura grande come F/1.4 si traduce in una profondità di campo ridotta ovvero meno parte della fotografia sarà messa a fuoco.

Imparare le basi della fotografia - Apertura del diaframma

Imparare le basi della fotografia – Apertura del diaframma: Ambienti con luce diversa

Fotografare lo stesso ambiente con diaframmi differenti vi aiuterà a capire come funziona realmente il diaframma e il potere della profondità di campo.

Se pensate che in una data situazione fotografica avrete bisogno di più profondità di campo (e quindi più fuoco nella tua immagine) scattate semplicemente con un valore di apertura diaframma più piccolo (F8 – F11 – F16…).

Se invece volete creare un’immagine dove lo sfondo è fuori fuoco e il soggetto è a fuoco dovreste usare un’apertura ampia come F/2.

Ciò sarà utile nei ritratti in primo piano, ad esempio.

Tutti gli obiettivi hanno quella che è nota come apertura massima e questo si riferisce alla maggior quantità di luce che si può eventualmente far entrare nella fotocamera.

Più luce farete entrare in camera con il diaframma,

più otturatore ed ISO non devono lavorare duramente per creare l’esposizione corretta.

Ciò significa che potrete usare un ISO più basso e una velocità dell’otturatore più veloce per ottenere una migliore qualità dell’immagine.

www.emanuelecarlisi.it - Imparare le basi della fotografia - Apertura del diaframma
Cosa molto importante: la velocità dell’otturatore controlla la sfocatura del movimento in una fotografia.

Ad esempio se siete in un ambiente buio, potrete scattare con una grande apertura come F/1.4 e i tuoi soggetti non saranno sfocati.

Ormai da molti decenni sulla maggior parte delle fotocamere è possibile scattare in modalità priorità diaframma, che vi consente di scegliere l’apertura di diaframma che si desidera.

La velocità dell’otturatore verrà calcolata automaticamente dalla fotocamera.

Ricordate anche che è importante sapere che l’apertura influenzerà anche la nitidezza di un obiettivo.

La maggior parte degli obiettivi tende ad essere più nitida a F/11, quindi ricordate che scattare con un’apertura di F/1,4 o F/2,0 lascerà entrare più luce nella fotocamera.

In questo modo avrete una ridotta profondità di campo e permetterete all’otturatore di scattare più velocemente evitando il rischio mosso.

Anche scattare con una velocità dell’otturatore più veloce per catturare il movimento creerà una profondità di campo ridotta.

Ciò manterrà il soggetto a fuoco rendendo qualsiasi cosa sullo sfondo sfocato (lo riprenderemo meglio in questo articolo).

Scattare con un’apertura di F/11 ridurrà la quantità di luce che entra nella fotocamera ma le immagini saranno più nitide e avranno una profondità di campo molto più ampia.

Ciò è ideale quando volete che la maggior parte della scena sia messa a fuoco.

CONCLUSIONE

Bene, spero che questo breve articolo vi sia piaciuto!

Naturalmente ci sarebbe da dire molto di più sull’argomento ma spero che queste nozioni in pillole possano essere utili a chi si appresta oggi al fantastico mondo della fotografia.

Non perdetevi gli altri due articoli che completano l’argomento:
Imparare le basi della fotografia – velocità otturatore fotocamera
Imparare le basi della fotografia – ISO


Condividi sui social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top