fbpx

Viaggio a Lisbona: consigli per una vacanza fotografica

Condividi sui social!

Viaggio a Lisbona – Parque de Naçoes

Viaggio a Lisbona: consigli per una vacanza fotografica

Il viaggio non comincia quando metti piede in terra straniera, e neanche all’aeroporto. Un viaggio comincia nella nostra testa, quando fai le valigie col pensiero e ti ritrovi in un’altra parte del mondo.

Il viaggio comincia giorni, settimane o come nel mio caso, che viaggio per passione fotografica, anche mesi prima.

 

Sono uno che pianifica, e tanto (chiedetelo a mia moglie che ha viaggiato con me!). Perché mi piacciono le sorprese, ma fino ad un certo punto. In terra straniera è sempre avere dei buoni punti di riferimento.
Con la fotografia poi, non si scherza. Se vuoi sfruttare al meglio il tuo tempo, devi esattamente sapere dove trovarti e come arrivare in quel preciso posto se vuoi trovare la luce giusta.

In questo vademecum vi mostrerò i passaggi della mia pianificazione, dalla prenotazione del volo e dell’albergo fino agli itinerari che ho seguito giorno per giorno.

Con ciò spero di farvi venire la voglia di viaggiare alla scoperta del bello che ci circonda, vicino e lontano da casa.

Perché Lisbona

[ torna al menu ]

Ammetto che prima della situazione pandemica, sia la Spagna che il Portogallo, così come la penisola Iberica in genere non mi attraeva più di tanto.

Avevo sempre sentito parlare bene di questi posti da amici e parenti affascinati. Ma essendo siciliano, in verità li ho sempre visti come una nostra “estensione mediterranea” e quindi per cultura e pensiero molto simile al nostro.
Ma mi sbagliavo! E lo devo ammettere, questo viaggio a Lisbona mi ha stupito, e in senso positivo!

Viaggio a Lisbona - Ponte Vasco De Gama
Viaggio a Lisbona – Sullo sfondo il Ponte Vasco De Gama

Seguendo l’andamento dei contagi da una parte, e le varie restrizioni governative dei vari paesi (europei e non), fino ai primi di Ottobre 2021 le frontiere della maggior parte delle mie méte più ambite erano ancora chiuse al viaggio turistico.

Giappone e Stati Uniti erano in cima alle mie preferenze, ma ahimè sia la parte atlantica che quella pacifica non ne volevano sapere di aprirsi a noi europei.

D’altro canto in Europa la situazione non era delle migliori, con gli stati membro che facevano quello che più ritenevano opportuno (alla faccia dell’Europa unita..).
E quindi le mie giornate passavano a consultare il sito di viaggiaresicuri.it (che vi consiglio caldamente se volete partire in questo periodo) cercando la méta che facesse più al caso nostro.

Premetto che sia io che mia moglie eravamo già vaccinati e col green pass valido. L’unica cosa che un po’ ci preoccupava era l’idea di pianificare un viaggio di 7 giorni, completo di volo, albergo e trasporti già pagati, e magari essere costretti a rimanere a terra per colpa di un tampone positivo (da effettuare un massimo di 72 ore prima) anche se asintomatici!

E fu così che trovammo il Portogallo!

A cercar bene, l’unico Paese che ci apriva le frontiere solo col Green pass ma senza tampone, era proprio il Portogallo. Consultando attentamente anche altri siti governativi cominciai a prendere sul serio un bel viaggio a Lisbona!

Il volo

[ torna al menu ]

Booking.com

Il Portogallo è un paese abbastanza piccolo rispetto all’Italia, ma ciò non vuol dire che si possa visitare tutto e bene in una sola settimana! Quindi mi trovavo già ad un bivio: scegliere di visitare il sud e il territorio vicino a Lisbona o salire a Porto (Oporto per i locals) verso il nord.

Quando mi trovo davanti ad un bivio del genere, pensando soprattutto di viaggiare con una donna, lascio che sia la facilità dei servizi e dei collegamenti a fare la differenza.

Viaggio a Lisbona - Miradouro di Alcàntara
Viaggio a Lisbona – Miradouro di Alcàntara

Premetto che dalla mia ricerca ho evitato di includere i voli di linea di grosse compagnie che offrono un biglietto superiore ai 100€ a tratta.
Dalla Sicilia, la seconda città del Portogallo per importanza (Porto), purtroppo non si può raggiungere con un volo diretto, ma con almeno uno scalo.

D’altronde chi come me viaggia con bagaglio a mano e in più le attrezzature fotografiche preferisce fare meno cambi aerei possibili per raggiungere la destinazione.

Ecco che allora trovo il volo diretto per Lisbona con la ben nota compagnia low cost RyanAir, che nonostante gli orari poco agevoli per il ritorno è l’unica papabile in quel periodo dell’anno.

Le date e gli orari sono ottimi per usufruire di ben 7 giorni pieni!

Dove dormire

[ torna al menu ]

Booking.com

Altro momento importante della pianificazione naturalmente è l’alloggio. Per un paio d’anni anch’io mi sono cimentato nel ramo dell’ospitalità e conosco bene alcuni siti e le loro dinamiche. Solitamente per i miei alloggi ricerco in questi siti nel medesimo ordine: AirBnb – Booking – Vrbo.
I primi due sono ben noti a chi viaggia, il terzo sgomita da qualche anno per avere anche lui una sua fetta di mercato.

Ricerca alloggio su Booking.com
  • AirBnb è stato il pioniere del sistema low cost delle case vacanze o degli appartamenti condivisi. Ha veramente fatto la differenza nel mondo dei viaggi facendo aprire le porte della gente comune a milioni di visitatori ogni anno diventando il primo competitor del settore.
  • Booking dal canto suo lo segue a ruota. La compagnia olandese agli inizi possedeva un target completamente diverso rispetto ad AirBnb, concentrando il suo marketing su alberghi, anche di prestigio, e strutture ricettive minori. Subito dopo la comparsa della sua maggiore concorrente, anche Booking capì che era ora di ampliare gli orizzonti ed includere anche b&b e case vacanze tra le sue offerte.
  • Spendo solo due righe per Vrbo che alla nascita qualcuno la ricorderà come Homeaway. Molto più simile ad Airbnb, si dedica maggiormente ad appartamenti, ville, monolocali e anche qualche struttura particolare come bungalow e chalet. Devo dire però che la trovo più utile in estate che non fuori stagione.

Naturalmente esistono anche molti altri siti e compagnie, vi ho solo suggerito quelli che utilizzo maggiormente e che reputo più sicuri ed affidabili.

Bene, quando scelgo un alloggio valuto prima di tutto la posizione. E’ chiaro che una camera vicino al mare o vicino al centro città ha un certo costo, è così ovunque, non solo a Lisbona.

Se non vogliamo spendere molto dobbiamo muoverci verso le periferie o quanto meno in posti un po’ decentrati che se però hanno un buon sistema di comunicazione vale la pena prenotare.

E questa è stata la mia fortuna!

La media di prezzo per 7 notti fuori stagione, in quel periodo oscillava sopra le 600€ nei posti più vicini alla foce del Tago (non in centro città, e a breve spiego perché) e sotto quella cifra man mano che ci si allontanava verso l’interno.

Ho scritto non al centro, perché in realtà secondo me Lisbona non ha un vero e proprio centro storico. C’è chi lo identifica tra il quartiere di Alfama o di Baixa, altri tra Chiado e Bairro Alto. Sono quartieri anche molto distanti tra loro e quindi a mio parere l’alloggio va cercato in base alle nostre esigenze.

Viaggio a Lisbona - Stazione metro di Olaias
Viaggio a Lisbona – Stazione metro di Olaias

Dal canto mio sono molto abituato a spostarmi molto in metropolitana nelle città che offrono il servizio, e Lisbona ha un servizio metro davvero invidiabile. Tocca i punti nevralgici della città, è rapida, mai affollata (almeno in autunno), pulita e con alcune stazioni metro trasformate in opere d’arte come quella di Olaias.

Quindi, in definitiva, tra i siti che utilizzo per la ricerca alloggio nel mio caso è stato più utile Booking, facendomi trovare un B&B nel quartiere di Arroios, a 150m dalla stazione metro di Anjos che si è dimostrata essere un’ottima scelta. La stazione di Anjos si trova infatti sulla linea verde che è una delle più utilizzate collegando bene i punti più importanti.

La metro di Lisbona

Il posto si chiama O Jardim Da Tessa, è un B&B incantevole che ha rivalorizzato un’antica casa a piani coi tetti alti e in alcune stanze anche affrescati.

Booking.com

A fare la differenza finale è stato il fatto che il prezzo includeva un’abbondante colazione che è risultata essere ottima da molti punti di vista. Inoltre, mia moglie ha alcune intolleranze alimentari che lo staff ha saputo gestire al meglio facendole trovare sempre il possibile!

Dal canto mio invece, riuscivo a fare una colazione salata di tutto rispetto che mi permetteva di camminare, visitare e scattare foto per tutta la mattinata senza mai soffrire la fame.

Quindi un caro saluto e un grazie a tutto lo staff e soprattutto ad Ana che è stata una fonte inesauribile di informazioni utili e divertenti!

Lisboa Card e carta servizi Viagem, quale scegliere?

 

[ torna al menu ]

Passiamo adesso alla parte dei trasporti. Quella un po’ più tecnica che può diventare complicata, ma che se capita bene ci può fare risparmiare tanto.

L’esigenza di queste carte trasporto nasce dal fatto che Lisbona come molte città europee è molto estesa. Percorrere le sue distanze totalmente a piedi tra i vari quartieri diventa una sfida a prova di maratoneta.

Molte strade e quartieri, inoltre, nascondono insidiose salite e discese a prova di polpacci. Considerate che già con la pianificazione dei miei itinerari percorrevamo una media di 10km al giorno. Non poco se a questo aggiungete l’attrezzatura fotografica sempre con me.

Quindi vediamo un po’ più nel dettaglio queste due opzioni.

Lisboa Card

Questa è la card più turistica che al suo interno prevede trasporti gratuiti via terra, questi quelli inclusi:

  • Tutti i bus e tram, compreso il famoso Tram 28, naturalmente la metro, alcuni elevadores, compreso quello di San Justa. Questi ultimi sono degli enormi ascensori antichi che troverete sparsi per la città e che sono molto utili per collegare i quartieri a differenti altezze. Usateli solo se siete davvero molto stanchi. Personalmente li ho usati poco perché preferisco sempre godermi appieno vie e viuzze. Incluse nella Lisboa Card anche le funicolari Carris.
  • Sono incluse anche le linee ferroviarie della compagnia CP (Combojos de Portugal), inclusi i treni da Cais do Sodré per Sintra Cascais e quelli tra la stazione Oriente, Rossio e Sintra. Ecco, principalmente ho comprato questa card proprio per questi ultimi collegamenti.
Viaggio a Lisbona - Tram 28
Viaggio a Lisbona – Il famoso Tram 28

La Lisboa Card comprende nel prezzo entrate gratuite in 20 attrazioni tra chiese e musei e molti altri sconti. Può avere validità da un minimo di 24 ore ad un massimo di 72, e il costo varia in base alla durata. Al momento in cui vi scrivo io ho acquistato la card valida per 72 ore a 39€ direttamente dal sito Visit Lisboa con un piccolo sconto del 5%.

Come dicevo poco sopra, compreso nel prezzo della Lisboa Card ci sono sconti su attrazioni e luoghi d’interesse, ma effettivamente se non siete persone che amano tanto stare al chiuso o visitare musei ed altro, potrebbe essere più conveniente l’altra tipologia di carta servizi.

Viva Viagem

 

[ torna al menu ]

La carta Viva Viagem è stata la mia prima scelta una volta arrivato all’aeroporto di Lisbona. Era sera tardi e grazie ad un video semplicissimo trovato su YouTube sono stato in grado di ottenere la card in cinque minuti.
Se vi interessa il video lo trovate qui.

Come funziona questa card?
Dunque, la Viagem é una card magnetica ricaricabile di come se ne vedono ormai dappertutto, che costa €0,50 centesimi ed è valida 12 mesi.

Personalmente l’ho utilizzata i primi 3 giorni del viaggio dopodiché ho attivato la Lisboa Card e i suoi servizi. Ho trovato molto utile l’opzione giornaliera che con soli 6,90€ garantiva il trasporto su tutti i mezzi via terra, compresa la metro, per 24 ore dal suo primo utilizzo.

La card offre anche un’opzione Zapping (a consumo) ricaricabile da un minimo di 3€ ad un massimo di 40€. Comodo sui trasporti urbani di Lisbona ma anche su altre tipologie di mezzi.

In definitiva, se pianificando la vostra giornata pensate di fare più di cinque viaggi sui mezzi pubblici in un unico giorno, i biglietti giornalieri sono la scelta migliore!

E ora che la prima parte del viaggio è stata pianificata a dovere, non vi resta che fare le valigie e seguirmi nel prossimo articolo (che uscirà a breve) in cui cominceremo a parlare dell’itinerario del primo giorno!

Leggi il prossimo articolo: Principe Réal e Amoreiras: il mio viaggio a Lisbona tra antico e moderno.


Condividi sui social!
Back to top